Land Cover Piemonte

IL CONTESTO

Negli ultimi anni è emersa sempre più l’esigenza di dati sintetici per la descrizione del territorio e dei suoi cambiamenti con un dettaglio informativo elevato e aggiornamenti continui. Il dato tematico per eccellenza che sintetizza molte delle informazioni necessarie è il dato di copertura e uso del suolo. Tale dato è storicamente disponibile a scale sovranazionali secondo standard riconosciuti a livello globale (EEA - Corine Land Cover, FAO - Land Cover Classification System) spesso declinati con approfondimenti locali. 

A livello europeo si stanno sperimentando e realizzando nuovi approcci sempre più legati ai dati locali, in particolare grazie alla disponibilità di cartografie di base e tematiche prodotte secondo standard riconosciuti a livello nazionale o europeo ("Regole tecniche per la definizione delle specifiche di contenuto dei database geo-topografici" a cui fa riferimento la BDTRE di Regione Piemonte). In questo contesto si è sviluppato il progetto di aggiornamento della Land Cover Piemonte, attraverso l’uso dei database geo-topografici arricchiti da dati tematici settoriali e informazioni da Telerilevamento.

 

IL PROGETTO 

Il progetto della nuova LAND COVER PIEMONTE nasce, prima di tutto, per aggiornare il dato della prima edizione del 2010 a supporto delle attività dei diversi settori regionali, ma è stata anche stimolata della partecipazione di Regione Piemonte e CSI Piemonte ai tavoli nazionali del CISIS (CPSG- Progetto Interregionale Copertura e Uso del Suolo) e di ISPRA (Osservatori sul Consumo di Suolo) e ha la finalità di sperimentare un metodo a supporto della redazione di un eventuale modello ripetibile a scala nazionale.

Il metodo di produzione del dato è una applicazione sperimentale del nuovo modello europeo proposto da EAGLE (Action Group on Land monitoring in Europe). Tale approccio applicato localmente parte dal database geo-topografico regionale (BDTRE), arricchito con informazioni tematiche (Carta Forestale, Piano Paesaggistico Regionale) e integrato con nuove informazioni derivate da immagini satellitari (Copernicus e Telerilevamento Piemonte) relazionate anche alle particelle della Mosaicatura Catastale. Le informazioni integrate sono state ricondotte alla nomenclatura definita nel progetto Eagle e sono stati derivati i livelli geografici organizzati secondo le nomenclature Eagle Land Cover Component (LCC), Eagle Land Use Attributes (LUA), Eagle Characteristics (CH EUNIS, CH URBAN), per approfondimenti su queste nomenclature consultare il link: https://land.copernicus.eu/eagle/files/explanatory-documentation/eagle-docu

In seconda battuta le informazioni sono state ricondotte alla legenda CLC III livello arricchita da approfondimenti della legenda specifica LCP (IV, V livello).

 

 

MODALITÀ DI PUBBLICAZIONE E FRUIZIONE

Tutti i nuovi prodotti sono resi disponibili come dataset e geoservizi a partire dai metadati corrispondenti, presenti nel Catalogo del GeoPortale.

I metadati sono disponibili nel Catalogo del Geoportale: permettono di conoscere i dettagli, scaricare e/o visualizzare i dati.

Sono disponibili:

 

Rimane in ogni caso disponibile il dato storico relativo al 2010 che deriva dall'armonizzazione e dall'integrazione di dati presenti in archivi e cartografie già esistenti in Regione Piemonte confluite, a seguito di analisi ed elaborazioni specifiche nella alimentazione dei dati finali.
I dati del 2010 son fruibili sia in formato raster sia in formato vettoriale.

 

DETTAGLI DI PROGETTO

 

 

Valuta questo sito

Aiutaci a migliorare i contenuti